MotoGP, Rossi: per ora non ho il passo per una rimonta.

Nessun pilota ha messo in dubbio la decisione della Direzione Gara di cancellare le qualifiche. Anche Valentino è stato categorico: “la scelta è stata giusta, scendere in pista in quelle condizioni sarebbe stato pericolosissimo”. Ciò non toglie che perdere l’ultimo turno di libere e le qualifiche sia pesato a qualcuno più che ad altri, e Rossi è nel primo gruppo.

“Certo, per me è stato un problema perché ero indietro in classifica e con un passo non fantastico, avevo bisogno di provare alcune cose - ammette - Sono sicuro che oggi avrei potuto migliorare la mia posizione, sia sull’asciutto che sul bagnato”.

Invece il destino ha deciso diversamente.

“Il problema più grande è che partirò dalla quarta fila e questo rende tutto più difficile - continua - Domani ci sarà mezz’ora di tempo nel warm up per capire se riuscirò a essere più veloce. Cosa mi serve? solo migliorare il tempo sul giro”.

Valentino scherza, ma ha detto la verità.

“In questo momento non ho il passo per rimontare, dobbiamo solo lavorare sodo e vedere se riusciremo a progredire”, afferma.

Per quanto riguarda la caotica giornata di oggi, si deve arrendere al meteo.

“Oggi non si poteva fare altro, semplicemente questa pista non è stata studiata per correre con l’acqua - spiega Valentino - Una settimana fa si è scoperto il problema, ma per risolverlo non basta qualche giorni, servono dei mesi. Per quest’anno è così, possiamo solo sperare per la gara”.

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.