MotoGP San Marino: Rossi: a Misano la gara è più importante del campionato.

Non si può fare finta che Misano sia una gara come un’altra, non per Valentino Rossi che corre a pochi passi da casa e che sa che il giallo sarà il colore del circuito in questo fine settimana. “E’ la prima pista in cui ho visto una gara del motomondiale e anche quella in cui ho guidato per la prima volta una minimoto, era il 1992. Era tutto diverso, ma è stato qualcosa di indimenticabile”, ricorda.

Più di vent’anni dopo, il Dottore vuole regalare un grande spettacolo al suo pubblico. E lo dice a chiare lettere: “qui la gara è più importante del campionato. Bisogna pensare solo ad arrivare davanti, l’anno scorso non sono riuscito ad arrivare sul podio e fare festa con tutti i miei tifosi”.

Sei pronto alla battaglia?
“Non vedo l’ora di iniziare. Sarà un fine settimana speciale e si attende più gente dello scorso anno, quindi bisognerà dare qualcosa di più. Rispetto a Silverstone sarà tutto diverso, sia per quanto riguarda il disegno della pista che il meteo”.

Misano è il centro della passione per il motociclismo…
“Ci sono tanti piloti che sono nati o cresciuti in questa zona e ultimamente stanno aumentando. C’è anche chi si trasferisce qui per allenarsi, ci sono molte strutture e si respira una grande passione”.

Ed è un circuito favorevole a te e alla Yamaha…
“Mi piace e arrivo da un buon momento. Sarà molto importante iniziare con il piede giusto perché lo scorso anno avevo faticato. Il sole mi aiuterà perché ho molte cose da provare ed è da Assen che non abbiamo un fine settimana tutto sull’asciutto”.

Arrivare davanti a Marquez è anche importante per la classifica…
“Cinquanta punti sono molti da recuperare in sei gare e Marc non va solo forte, ma non commette errori”.

Chi saranno gli uomini da battere?
“Qui penso che torneranno Marquez e Lorenzo. Poi bisognerà vedere quale livello di competitività avrà la Suzuki, anche se Vinales va comunque sempre forte: vedo loro tre come principali avversari. La Ducati ha fatto anche recentemente un test qui ma a Silverstone i due Andrea hanno avuto problemi, potrebbero essere comunque forti”.

Con 7 vincitori diversi nelle ultime gare, la stagione è molto particolare…
“Sarebbe stato più divertente se le avessi vinte tutte io (ride). Ma capisco che dal punto dei tifosi sia più bello così. Da una parte il meteo, dall’altra elettronica e gomme, hanno permesso di vedere così tanti vincitori”.

Fonte: http://www.gpone.com

 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.