Rossi: oggi Dovizioso più veloce di me.

Valentino Rossi e Austin fino a oggi erano come due poli con la stessa carica: si respingevano. In questo weekend però il loro rapporto è migliorato, la Yamaha è riuscita ad adattarsi meglio del solito all’asfalto texano e il Dottore ha limitato i danni. Marquez era imbattibile, ma sono arrivati un terzo posto e la riconferma in testa al mondiale. “Dopo solo due gare non è importantissimo, ma va comunque bene” dice Valentino.

È comunque un risultato importante su questo circuito.

“Sulla carta questo è il più difficile per me e la Yamaha, in passato ho faticato anche solo a finire la gara. Quest’anno è andata meglio: sono sempre stato nei primi posti nelle libere e anche sul bagnato. Inoltre sono riuscito a vedere Marquez per tutta la gara, solitamente qui mi succedeva solo nella conferenza stampa… del giovedì (ride)”.

Volevi dare fastidio a Marquez, ci sei riuscito?

“Diciamo all’80%, se gliene avessi dato di più sarebbe stato meglio. Ma non siamo stati troppo lontani”.

Sei quindi soddisfatto?

“E’ stata una gara strana, non ho mai potuto spingere al massimo o guidare rilassato, dopo 5 giri la gomma anteriore era già praticamente distrutta. Per definirlo un weekend perfetto avrei dovuto battere Dovizioso, sarebbero stati anche punti importanti per il campionato, ma era più veloce di me. Sapevo che mi avrebbe passato alla seconda curva, per i problemi di pneumatici ero molto lento in quel punto”.

Fonte: http://www.gpone.com

 

 

 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.