Rossi dopo la gara a Sachsenring: Audi vuole continuare con me.

La Germania sembrava essere un’altra Caporetto per Rossi e la Ducati, in difficoltà sia sull’asciutto che sul bagnato e in più con il sole a splendere questa mattina. I pronostici dicevano che sarebbe stata un’altra gara in difesa o nelle retrovie, invece Valentino, complice anche la caduta di Stoner, ha messo in bacheca il miglior risultato della stagione con l’asfalto asciutto. Un 6° posto di fronte a Rupert Stadler, gran capo di Audi, in visita per la prima volta in MotoGP. “E’ andata molto meglio delle prove – dice soddisfatto il Dottore – abbiamo utilizzato un nuovo assetto e questo mi ha permesso di salvaguardare lo pneumatico posteriore”.

    Un’altra marcia indietro?

    “Il set up che usa Hayden con me non funziona, mette troppo in crisi la gomma dietro. Pensavamo che con quelle regolazioni saremmo riusciti a risolvere i nostri problemi, ma così non è stato. Siamo tornati al passato, a un assetto simile a quello usato a Barcellona e a Estoril e sarà questa la nostra base per i prossimi Gran Premi”.

    Raccontaci la tua gara.

    “All’inizio sono rimasto nel gruppetto con le altre Ducati e Bradl, ho subito capito di non avere il passo per staccarli e ho preferito aspettare, anche perché Brabera faceva un po’ di confusione. Nell’ultima parte ho spinto e sono riuscito a sorpassarli, alla penultima curva avevo affiancato Stefan, stavo per sorpassarlo, ma ho visto le bandiere gialle esposte per la caduta di Casey e non ho potuto affondare il colpo”.

    Un bel risultato comunque.

    “Sì, le Honda sono ancora troppo distanti, un passo avanti importante l’hanno fatto ad Assen, ma le Yamaha sono più vicine. Anche il podio oggi non era lontanissimo. Sono soddisfatto: sono stato abbastanza veloce ma soprattutto costante”.

    La prossima settimana ci sarà il Mugello, aspettative?

    “Migliorare partendo da qui, ma non mi aspetto certo di vincere. Negli ultimi test lì siamo andati bene ma bisogna vedere qual è il livello degli altri. Poi lunedì avremo alcune cose da provare”.

    Oggi è stato un giorno importante anche per il tuo colloquio con i vertici Audi, com’è andata?

    “E’ stato un incontro positivo, sono molto ottimisti sono intenzionati a continuare a portare avanti il progetto MotoGP e vogliono farlo con me. Sono sicuro che potranno darci una mano”.

    Quindi rimarrai in Ducati?

    “Non abbiamo parlato del futuro o di dettagli, hanno solo detto che a loro piacerebbe se restassi”.

    Quando deciderai? E’ già previsto un nuovo incontro?

    “Ci sarà, ma non ho ancora una data”.

    Il Gruppo Volkswagen è un colosso ma non hanno esperienza con le moto.

    “E’ vero, loro fanno auto ma hanno persone capaci all’interno e le risorse economiche. Per conoscere anche le due ruote occorrerà tempo per fare esperienza, ma il loro appoggio sarà utile”.

    Tu potresti dare i giusti consigli.

    “Sicuramente so cosa di cosa abbiamo bisogno per migliorare”.

    Sembri entusiasta.

    “Hanno un grande entusiasmo e ne hanno trasmesso un po’ anche a me”.
 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.