Rossi: che emozione tornare a vincere!

  Valentino Rossi ha conquistato la prima vittoria della stagione, anche se con due ruote più del ‘lecito’. Nella prima giornata del Rally di Monza, il Dottore si è preso la prima posizione nella seconda speciale e la testa della classifica provvisoria. “Non è vero che è la prima vittoria, al ranch ne ho conquistate altre – ha scherzato il pesarese nelle vesti automobilista – Questo è stato un anno difficile e avaro di soddisfazioni, ma Monza è un appuntamento ormai fisso di fine stagione. Mi diverto molto ed essere primo è sempre una bella soddisfazione. Poi è bello essere in squadra con Uccio e i fratelli Brivio”.

    Quest’anno ci sono tanti colleghi della MotoGP in gara e Valentino non nega i suoi complimenti al suo compagno di squadra (a due ruote) Lorenzo. “Qui sono io ad avere il favore dei pronostici, ho più esperienza – continua col sorriso sulle labbra - Però Jorge è veloce, non è facile guidare per la prima volta una WRC. Nella seconda speciale è già migliorato e domani lo farà ancora”. Non è però lui il suo avversario per questa gara, ma il “solito” Dindo Capello. “E’ una sfida che si ripete, ma ho 3 decimi di vantaggio posso amministrare – l’ennesima battuta di Rossi – A parte gli scherzi, su questa macchina mi trovo bene, le 1600 sono più facili da guidare e più sincere nelle reazioni e penso che Ford e Citroen siano allo stesso livello. Tutto si deciderà nella speciale Grand Prix, lì non bisognerà fare errori."

    Rossi si sta godendo le sue vacanze da pilota, “questa sera la seconda speciale è stata molto affascinante – racconta – Correre in mezzo al bosco o sulla vecchia parabolica di notte è molto bello”. Si presta anche per un pronostico sul mondiale di Formula 1 che si giocherà in Brasile domenica. “Vettel è il favorito – spiega – sia per i punti sia perché la sua macchina è stata velocissima nella seconda parte della stagione. Mi dispiace molto per Fernando e la Ferrari che, senza togliere nulla agli avversari, si meriterebbero di più questo titolo”. Poi lancia la sfida a Robert Kubica impegnato nel Rally du Var. “So che sta andando bene e sarebbe bello fosse qui, spero venga il prossimo anno, questa è una gara molto divertente. Se la vincerebbe? Bisogna vedere, l’esperienza su questo tracciato conta” risponde sornione.

    Le due ruote tornano però nelle domande, a partire dalla festa di addio tenuta da Biaggi ieri sera a poco distante dall’autodromo. “Non ho ricevuto l’invito – commenta ironico il Dottore – A Max posso solo fare i complimenti per la sua grande carriera". Poi tocca a Dovizioso sulla Desmosedici, “spero che riesca a guidare la Ducati meglio di me. L’ho visto molto motivato”. Sulla Yamaha invece glissa, “aspettiamo febbraio”. Per vederlo in sella a una moto però bisognerà aspettare molto meno, perché Valentino ha confermato la sua presenza a Latina il 2 dicembre per la gara di supermotard per la Fondazione Simoncelli. “Ne ho parlato con Paolo (Simoncelli ndr) e mi ha detto che sarebbe stato felice se avessi partecipato e lo sono anch’io – afferma – Correrò con una TM e sarà bello confrontarsi con tanti piloti”.
 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.