Rossi: Casey va via, io resto due anni.

Valentino Rossi è seduto vicino a Stoner quando l’australiano gela la platea con il suo annuncio: “a fine anno mi ritiro”. Lo guarda stupito, la notizia l’ha preso in contropiede, “non me lo aspettavo – ammette candidamente – sapevo che sarebbe successo prima o poi ma credevo che avrebbe corso per almeno un altro anno. Era solo una mia sensazione”. Uno dei suoi più grandi avversari, con cui ha incrociato le ruote più di una volta negli scorsi anni lascia la MotoGP, per sempre. “Perdiamo un grande pilota e un grande avversario, ma è una sua decisione e noi dobbiamo rispettarla” sottolinea.

    Come lo ricorderai?

    “Come un ‘grosso problema’ in gara (ride). Ho impresse nella memoria tante belle battaglie con lui, quella a Laguna Seca nl 2008, poi a Barcellona lo stesso anno e quello prima e anche al Sachsenring, quando sono tornato in sella dopo l’infortunio alla gamba”.

    Hai mai pensato a come sarà il giorno del tuo ritiro?

    “Gli addii non mi sono mai piaciuti, penso che scoprirete che ho smesso quando sarò ormai a casa. A parte gli scherzi, penso che sia un momento indimenticabile nella carriera di un pilota, ma in negativo. Pensi che la tua vita cambierà drasticamente”.

    Quando sarà?

    “Io ho tutte le intenzioni di continuare ancora e di farlo in MotoGP almeno per altri due anni, ogni altra notizia è priva di qualunque fondamento. Serve solo a chi la scrive per farsi pubblicità e a vendere qualche copia dei giornali in più”.

    Quindi ti diverti ancora?

    “Sì, mi piace essere qui, guidare, lavorare con gli uomini della mia squadra. Le gare adesso sono meno divertenti, ma la colpa non è dei piloti ma dei regolamenti tecnici”.

    Sei quindi d’accordo con Casey, quando si scaglia contro l’attuale MotoGP?

    “Anche a me piacerebbe che in pista ci fossero 25 prototipi, ma in questo momento non è possibile, mancano i soldi per farlo. Purtroppo bisogna adattarsi a quello che offrono i tempi”.

    Cosa cambierà senza Stoner?

    “Il livello del campionato si abbasserà con la perdita di un talento come il suo, che lo rende capace di andare fortissimo fin dal primo giro. Ci sarà un rimescolamento di carte generale, per tutti”.
 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.