Oggi a Barcellona si sta svolgendo la presentazione della nuova Yamaha M1 e in questo contesto Valentino Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni.

“Gli anni scorsi durante l’inverno abbiamo sempre preparato il training per la stagione successiva. Lo abbiamo fatto anche quest’anno, cercando di fare anche qualcosa di diverso e di migliorare sempre”, ha detto Rossi.

Lo scorso anno hai iniziato la stagione con una vittoria in Qatar…

“Lo scorso anno abbiamo fatto un grande start ma quest’anno sarà diverso e più difficile. Sarà come cominciare da zero, perché abbiamo tante novità, dalle gomme all’elettronica, ma cercheremo di essere pronti prima dell’inizio della stagione”.

Quali sono i tuoi obiettivi?

“Penso che dovrò fare uno grosso sforzo per rimanere allo stesso livello degli ultimi due anni. Nel 2015 sono stato competitivo più o meno in tutti i circuiti e l’obiettivo è esserlo anche quest’anno, ma se riuscirò a combattere per vincere non lo so, sarà da vedere”.

Quanto conta l’esperienza?

“Quando invecchi cerchi di usare l’esperienza accumulata per colmare i gap, ma è interessante vedere che comunque il feeling con la moto, la voglia di correre e di trovare i giusti aggiustamenti rimangono gli stessi, e così anche la motivazione e la concentrazione. I rivali però sono molto forti, quindi sarà molto interessant vedere cosa succederà quest’anno”.

La moto non è stata ancora svelata. Ma com’è?

“Penso che l’anima della moto sia sempre la stessa, che da un anno all’altro migra da una moto a quella nuova. Il feeling nei primi test è stato speciale, e questo è importante, perché la prima sensazione è quella che poi ti accompagna per tutta la stagione”.

Su cosa bisognerà lavorare?

“La differenza dell’elettronica è importante. E poi chiaramente l’adattamento ai nuovi pneumatici Michelin. Come in passato abbiamo dovuto lavorare per trovare il feeling con Bridgestone così dovremo fare quest’anno. Penso anche che la misura del 16’5 sia migliore del 17′, la moto così è più reattiva ma meno stabile e meno sicura se fai un errore. Ma abbiamo fatto un solo test finora. Penso che potremo arrivare a livelli molto simili a quelli della fine dell’anno scorso”.

E’ stato difficile digerire la delusione dello scorso anno? E, soprattutto, l’hai digerita?

“Non nascondo che è stata una delusione, ma è passata. In fondo la scorsa stagione è stata bella, mi ha visto sempre ad alti livelli. Quest’anno riparto da zero e mi impegnerò per essere allo stesso livello”.

Fonte: http://motosprint.corrieredellosport.it

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.