MotoGP San Marino: Rossi: il 2° posto a Misano è un gran peccato.

Ci sono poche cose contro di cui non si può lottare nella vita, una di questa è Pedrosa quando è in giornata. Lo sa bene Valentino Rossi, che fino a 7 giri dalla fine pensava di avere la vittoria a Misano in tasca. “Quando ho visto Dani arrivare mi sono detto: proprio oggi deve guidare così? Non può aspettare il prossimo GP, ad Aragon, a casa sua?” sdrammatizza il Dottore.

E’ un secondo posto che brucia?
“In altro circuito sarei stato felice per un risultato come questo, ma a Misano è un peccato. Pensavo di potercela fare prima che arrivasse Dani, ho cercato di resistergli ma lui era più veloce. Pedrosa per via della sua corporatura ha grandi svantaggi ma oggi ha avuto in piccolo vantaggio: era meno in difficoltà di me con la gomma posteriore”.

Avevi fatto una partenza perfetta…
“Mi sono messo velocemente davanti e ho spinto al massimo. Ne avevo abbastanza per restare in testa ma non per fuggire. Faceva caldo, fisicamente è stata dura, ma ogni volta che vedevo il mio vantaggio aumentare passava la fatica”.

Era impossibile rispondere a Pedrosa?
“Sapevo che in quel punto avrebbe potuto attaccarmi e mi ha fatto un sorpasso ‘alla Marquez’. Tutti dicono che Dani non sia aggressivo nella lotta ma io lo ricordavo forte già da Aragon. Alla fine mi ha fatto un bel sorpasso”.

Te lo aspettavi così veloce?
“Avevo visto che era forte nelle prove e già a Silverstone aveva fatto una bella gara, speravo che, partendo dalla terza fila, non riuscisse a riprendermi. E’ stato bravo, ma sono molto dispiaciuto.Credevo che battere Marquez e Lorenzo fosse abbastanza per vincere. Mi spiace, non me lo aspettavo, anche se per il campionato è meglio che mi abbia sconfitto Dani”.

Ma siamo a Misano…
“E’ una grande festa, l’atmosfera era incredibile e mi sono quasi emozionato nel giro di allineamento. Però posso tornare a casa con la sicurezza di avere dato tutto me stesso”.

E di avere recuperato 7 punti su Marquez…
“Ne restano 43, sono comunque tanti. Sono contento di questa parte di stagione anche se mi manca ancora la vittoria. Inoltre è sempre una grande soddisfazione arrivare davanti a un fuoriclasse Marc”.

Hai festeggiato in un modo particolare…
“Ho bevuto dallo stivale: volevo provarci da quando avevo visto Miller farlo. Il gusto non era male(ride)”.

Almeno ha vinto un tuo allievo: Baldassarri…
“Volevo imitarlo, ma non ci sono riuscito. E’ stato bravissimo”.

Fonte: http://www.gpone.com

 

RACE:

1. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 43m 43.524s
2. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 43m 46.361s
3. Jorge Lorenzo ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 43m 47.883s
4. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 43m 53.093s
5. Maverick Viñales ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 43m 58.991s
6. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 44m 3.200s
7. Michele Pirro ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 44m 6.460s
8. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 44m 9.226s
9. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 44m 10.679s
10. Alvaro Bautista ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 44m 17.492s
11. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 44m 22.730s
12. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 44m 23.491s
13. Hector Barbera ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 44m 26.521s
14. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 44m 32.974s
15. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 44m 38.403s
16. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 44m 48.596s
17. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 5 laps
Aleix Espargaro ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) DNF
Javier Fores ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) DNF
Alex Lowes GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) DNF

Riders' World Championship:

1. Marc Marquez SPA Repsol Honda Team (RC213V) 223 points
2. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 180 points (-43) 
3. Jorge Lorenzo SPA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 162 points (-61) 
4. Dani Pedrosa SPA Repsol Honda Team (RC213V) 145 points (-78) 
5. Maverick Viñales SPA Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 136 points (-87) 
6. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 99 points (-124) 
7. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 96 points (-127) 
8. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 94 points (-130) 
9. Pol Espargaro SPA Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 88 points (-134) 
10. Hector Barbera SPA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 81 points (-142) 
11. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 69 points (-154) 
12. Aleix Espargaro SPA Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 60 points (-163) 
13. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 55 points (-168) 
14. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 50 points (-173) 
15. Alvaro Bautista SPA Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 47 points (-176) 
16. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 43 points (-180) 
17. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 42 points (-181) 
18. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 42 points (-181) 
19. Michele Pirro ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 32 points (-191) 
20. Tito Rabat SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 27 points (-196) 
21. Loris Baz FRA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 24 points (-199) 
22. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 13 points (-210) 
23. Alex Lowes GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 3 points (-220) 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.