MotoGP Netherlands: Rossi: rischio e fortuna per questa prima fila.

Non basta essere veloci, a volte bisogna anche sapere rischiare e contare sull’aiuto della dea bendata. Nel secondo posto di Valentino Rossi ad Assen in qualifica c’è poco di scontato, “ho rischiato, altrimenti sarei potuto partire dal fondo. Quando mi sono fermato per cambiare la gomma posteriore ero indietro”, racconta.

Cosa è successo?
“Ad Assen va così, in 5 minuti le condizioni della pista cambiano completamente. Sono partito pensando di stare dentro per tutto il tempo, ma dopo 3 giri ho capito che era difficile migliorare, c’erano della parti asciutte e la gomma posteriore scivolava”.

E sei rientrato ai box…
“Ho rischiato, speravo di potere fare due giri, c’è stato tempo solo per uno, ma è stata la scelta giusta e ho avuto un po’ di fortuna. Perdere la pole è stato un peccato, ma la prima fila è importante”.

Sul bagnato in tanti sono caduti…
“In quelle condizioni è facile fare un errore, nelle FP4 soprattutto quando la pioggia era più intensa mentre nelle qualifiche la situazione era migliore. Sarà così anche in gara, chi capirà prima i limiti della pista avrà un vantaggio”.

Pensi a una gara bagnata?
“Io spero nell’asciutto, in quelle condizioni sono competitivo. Nel turno del mattino sono riuscito a tenere un buon passo”.

Dovizioso dice il migliore…
“Non credo di essere io l’uomo da battere, Marquez mi è sembrato leggermente più veloce e anche sul bagnato è molto forte”.

Parliamo di un’ipotetica gara bagnata…
“Le previsioni dicono così, domani sarà peggio di oggi. In quel caso cambierebbe tutto, il potenziale di ognuno non è certo. Marc va forte sull’acqua, ma anche le Ducati e non parlo solo di quelle ufficiali di Dovizioso e Iannone ma anche di quelle Pramac di Petrucci e Redding. Inoltre non è detto che la gara sia completamente bagnata”.

Cosa vuoi dire?
“L’asfalto si asciuga presto ed è facile che sia una gara con il flag-to-flag, il che rende tutto ancora più difficile. Ma non siamo così importanti da potere decidere il meteo (ride)”.

Come si corre in quelle condizioni?
“Pensare solo a stare in piedi non basta, sarebbe bello ma gli altri ti passano sulle orecchie. Ci vuole coraggio e fortuna, bisogna capire dove spingere e dove no, rimanendo sull’unica traiettoria utile. Devi tenere uno spazio nella mente per analizzare la situazione, ricordarti cosa è successo nel giro precedente, fare la scelta giusta al momento giusto”.

Magari è la volta buona per usare le intermedie…
“E’ già difficile scegliere le gomme d’asciutto, figurarsi fra slick, rain e intermedie! Penso che per la sicurezza siano utili, ma dipende da quale sia la loro finestra di utilizzo e non le ho mai provate. Forse però, se uno deve rischiare, tanto vale puntare su quelle dell’asciutto”.

Lorenzo è indietro, un problema in meno?
“Il mio primo problema è Marquez, che parte dietro di me, il secondo è Jorge ed è senza dubbio positivo per me che sia in difficoltà. Come anche il fatto che Vinales e Iannone siano indietro nello schieramento, hanno entrambi un buon ritmo”.

Firmeresti per un ordine di arrivo come quello delle qualifiche?
“Sarebbe un bene per il mio campionato… sì, metterei la firma (ride)”.

Passiamo ai tuoi allievi, anche loro sono andati bene in Moto3…
“Sono molto contento, ma sfortunatamente per noi e fortunatamente per lui c’è Bastianini in pole (ride). Sono comunque felice che ci siano tanti italiani davanti, a prescindere che siano o meno dell’Academy. Per domani spero per loro una gara asciutta, perché i miei ragazzi non sono troppo veloci sul bagnato”.

Fonte: http://www.gpone.com

Q2:

1. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 45.246s [Lap 7/7] 290km/h (Top Speed) 
2. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 45.961s +0.715s [7/7] 290km/h 
3. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 46.312s +1.066s [7/7] 290km/h 
4. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 46.430s +1.184s [4/4] 289km/h 
5. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 1m 46.568s +1.322s [8/8] 296km/h 
6. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 46.828s +1.582s [6/6] 279km/h 
7. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 46.997s +1.751s [7/8] 293km/h 
8. Aleix Espargaro ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 47.118s +1.872s [7/7] 291km/h 
9. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 47.567s +2.321s [7/7] 292km/h 
10. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 47.601s +2.355s [7/8] 291km/h 
11. Jorge Lorenzo ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 47.897s +2.651s [9/9] 281km/h 
12. Maverick Viñales ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 48.415s +3.169s [6/6] 294km/h 

Q1:
13. Hector Barbera ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 1m 48.830s 286km/h
14. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 48.909s 289km/h
15. Alvaro Bautista ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 49.163s 284km/h
16. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 49.364s 276km/h
17. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 49.678s 272km/h
18. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 49.685s 274km/h
19. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 1m 49.775s 270km/h
20. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 1m 49.779s 277km/h
21. Michele Pirro ITA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 1m 50.204s 280km/h

FP4:

1. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 48.628s [Lap 7/8] 288km/h (Top Speed) 
2. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 49.326s +0.698s [9/9] 277km/h 
3. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 49.504s +0.876s [5/6] 289km/h 
4. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 49.747s +1.119s [4/6] 277km/h 
5. Maverick Viñales ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 49.868s +1.240s [8/8] 280km/h 
6. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 49.993s +1.365s [5/5] 279km/h 
7. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 50.053s +1.425s [4/4] 284km/h 
8. Jorge Lorenzo ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 50.104s +1.476s [8/8] 265km/h 
9. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 50.352s +1.724s [8/8] 278km/h 
10. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 1m 50.590s +1.962s [4/5] 269km/h 
11. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 1m 50.815s +2.187s [11/11] 273km/h 
12. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 50.985s +2.357s [3/6] 273km/h 
13. Aleix Espargaro ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 51.036s +2.408s [4/5] 269km/h 
14. Hector Barbera ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 1m 51.090s +2.462s [3/8] 281km/h 
15. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 51.443s +2.815s [3/3] 266km/h 
16. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 52.107s +3.479s [4/5] 276km/h 
17. Alvaro Bautista ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 52.762s +4.134s [5/5] 272km/h 
18. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 54.545s +5.917s [3/4] 258km/h 
19 Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 1m 56.270s +7.642s [0/0] 0km/h 
20 Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 59.490s 
Michele Pirro ITA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) No Time

FP3:

1. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 33.308s [Lap 19/19] 313km/h (Top Speed) 
2. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 33.336s +0.028s [20/21] 307km/h 
3. Maverick Viñales ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 33.370s +0.062s [18/19] 310km/h 
4. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 33.408s +0.100s [20/22] 311km/h 
5. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 1m 33.611s +0.303s [18/20] 308km/h 
6. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 33.690s +0.382s [17/17] 311km/h 
7. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 1m 33.731s +0.423s [21/21] 310km/h 
8. Aleix Espargaro ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 33.734s +0.426s [21/21] 302km/h 
9. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 1m 33.894s +0.586s [6/23] 317km/h 
10. Jorge Lorenzo ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 33.919s +0.611s [13/13] 306km/h 
11. Hector Barbera ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 1m 33.947s +0.639s [10/10] 311km/h 
12. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 33.995s +0.687s [14/15] 309km/h 
13. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 34.022s +0.714s [20/20] 312km/h 
14. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 1m 34.235s +0.927s [19/20] 307km/h 
15. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 34.502s +1.194s [20/20] 308km/h 
16. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 34.680s +1.372s [19/21] 306km/h 
17. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 35.186s +1.878s [14/15] 303km/h 
18. Alvaro Bautista ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 35.458s +2.150s [18/18] 306km/h 
19. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 1m 35.628s +2.320s [19/20] 303km/h 
20. Michele Pirro ITA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 1m 35.655s +2.347s [4/13] 303km/h 
21. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 1m 36.084s +2.776s [5/13] 306km/h 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.