MotoGP Austria, Rossi: peccato non avere potuto lottare.

“Ho recuperato 2 punti su Marquez, se mancassero 100 Gran Premi alla fine del campionato sarei a posto”, Valentino Rossi cerca di sdrammatizzare con l’ironia una gara che non è andata come si aspettava. Le Ducati erano fuori portata, ma avere perso il podio a favore di Lorenzo non gli va giù.

“Non posso essere felice, l’obiettivo era il podio - ammette -Anche se ci sono dei lati positivi, perché ho corso una buona gara e sono arrivato a poco più di 3 secondi da Iannone e ho portato a casa punti su una pista non favorevole”.

Non era possibile attaccare Lorenzo?
“E’ stato più veloce di me, si è meritato il terzo posto. Sfortunatamente le condizioni erano difficili, non riuscivo a essere incisivo né in frenata né in accelerazione e questo non mi ha permesso di lottare con Jorge, è stao un peccato. Mi dispiace per questa medaglia di legno, ma sono stato comunque con i migliori”.

Come mai?
“Non avevo la situazione completamente sotto controllo e avrei dovuto rischiare troppo. Quando cercavo di avvicinarmi a Jorge commettevo sempre un errore. Abbiamo fatto modifiche al bilanciamento per cercare di salvare le gomme e avevo dei problemi in franata. Non riuscivo a fermare la moto e i freni si surriscaldavano quando ero in scia a un altro pilota”.

Nei test, però, sembravi molto più lontano dalle Ducati…
“In verità avevo lavorato solo sul passo gara e infatti ero già al livello di oggi. Si rischia per fare un giro veloce e nei test non conta niente, sono troppo vecchio per certe cose (ride). La gara di oggi non è stata molto veloce, ma nella prima parte le Ducati hanno giocato”.

Iannone ha rischiato nella scelta delle gomme, hai mai pensato alla morbida?
“Non sapevo avesse fatto quella scelta. In verità ero molto indeciso sull’anteriore, la media probabilmente sarebbe stata la scelta giusta”.

Le Ducati sono al livello di Yamaha e Honda ora?
“E’ molto semplice da scoprire, basterà aspettare venerdì. Qui sono state velocissime e non solo in rettilineo, sono riuscite anche a stressare meno le gomme”.

Contento per Iannone?
“Sì perché abbiamo un bel rapporto e mi diverto quando passo del tempo con lui, vincere in MotoGP è importante per la carriera di un pilota. Non mi dispiace che lui abbia vinto con la Ducati e io no, ormai è passato tanto tempo”.

Fonte: http://www.gpone.com

RACE:

1. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 39m 46.255s
2. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 39m 47.193s
3. Jorge Lorenzo ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 39m 49.644s
4. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 39m 50.070s
5. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 39m 58.068s
6. Maverick Viñales ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 40m 0.596s
7. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 40m 3.318s
8. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 40m 15.692s
9. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 40m 16.040s
10. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 40m 23.349s
11. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 40m 26.020s
12. Michele Pirro ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 40m 26.021s
13. Loris Baz FRA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 40m 30.539s
14. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 40m 31.259s
15. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 40m 49.501s
16. Alvaro Bautista ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 40m 58.703s
17. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 41m 0.772s
18. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 41m 22.765s
19. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 40m 53.077s
Aleix Espargaro ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) DNF
Hector Barbera ESP Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) DNF

Riders' World Championship:

1. Marc Marquez SPA Repsol Honda Team (RC213V) 181 points
2. Jorge Lorenzo SPA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 138 points (-43) 
3. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 124 points (-57) 
4. Dani Pedrosa SPA Repsol Honda Team (RC213V) 105 points (-76) 
5. Maverick Viñales SPA Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 93 points (-88) 
6. Andrea Iannone ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 88 points (-93) 
7. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 79 points (-102) 
8. Pol Espargaro SPA Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 78 points (-103) 
9. Hector Barbera SPA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 65 points (-116) 
10. Scott Redding GBR Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 53 points (-128) 
11. Eugene Laverty IRL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 53 points (-128) 
12. Aleix Espargaro SPA Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 51 points (-130) 
13. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 42 points (-139) 
14. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 42 points (-139) 
15. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 41 points (-140) 
16. Stefan Bradl GER Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 37 points (-144) 
17. Alvaro Bautista SPA Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 35 points (-146) 
18. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Yakhnich (Desmosedici GP15) 29 points (-152) 
19. Michele Pirro ITA Ducati Team (Desmosedici GP) 23 points (-158) 
20. Tito Rabat SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V)* 20 points (-161) 
21. Loris Baz FRA Avintia Racing (Desmosedici GP14.2) 11 points (-170) 
22. Yonny Hernandez COL Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP14.2) 3 points (-178) 

Per il copyright su tutto il materiale del sito contattare l'amministratore.